Serie di temi e.innovation Parte 1: Corsi di formazione

PIÙ COMPETENZA, PIÙ SICUREZZA

I training per l’utente riducono i rischi per la sicurezza

 

In settori come protezione antincendio, tecnologia di ancoraggio e collegamento dei ferri da ripresa post installati, Hilti offre corsi di formazione che sostengono un avanzamento del lavoro senza errori e produttivo riducendo al minimo le conseguenze giuridiche derivate dai reclami.

Dalle 10 alle 12 settimane – secondo gli attuali sondaggi questo è il periodo che un committente deve attendere in media per i servizi di un riparatore di tetti, di un muratore o di un elettricista. Lo stesso accade negli altri settori dell’edilizia. Naturalmente ciò non dipende solo dal boom delle costruzioni registrato negli ultimi anni. Un altro fattore importante è la massiccia mancanza di personale specializzato che il settore edile lamenta da molti anni. Da un lato alla formazione nel settore edile manca un’immagine positiva – nonostante le retribuzioni relativamente buone dei tirocinanti. Dall’altro rimane poco tempo per occuparsi dell’aspetto „perfezionamento e training“. I collaboratori specializzati sono molto ambiti. Ciononostante solo di rado hanno la possibilità di seguire corsi di formazione per perfezionare o approfondire le loro conoscenze. La situazione è ancora peggiore per le forze lavoro non qualificate che spesso, per motivi di tempo e di costo, dopo una prima introduzione, non ricevono ulteriore formazione specialistica. Ciò che per molto tempo non era considerato indispensabile, oggi se non è presente significa che i potenziali di produttività non sono pienamente sfruttati.

Un mix pericoloso: lavoratori non qualificati sotto pressione per il poco tempo disponibile

La conseguenza è che i collaboratori non qualificati o a cui raramente viene offerta una formazione lavorano più lentamente e in modo meno efficiente dei colleghi che hanno appreso e interiorizzato nuove soluzioni produttive. Fanno più errori nella scelta dei prodotti e nelle singole fasi di lavoro e hanno bisogno di più assistenza da parte di un capomastro o di un caposquadra. Tutto ciò comporta un indebolimento della produttività che rappresenta un ulteriore problema nel settore edile. Infatti mentre altri settori industriali presentano da molto tempo un enorme aumento della produttività grazie a processi automatizzati, l’edilizia rimane ancora molto indietro. Questo anche perché i collaboratori appartenenti a generazioni differenti hanno modi di lavorare molto diversi.

„Per rimanere al passo con lo sviluppo demografico dei loro collaboratori, le imprese di progettazione e quelle edili devono adattarsi a nuovi metodi di lavoro.“ KPMG, Global Construction Survey 2017

Ma siccome gli ordini sono tantissimi, la priorità viene data all’avanzamento rapido dei lavori, con un conseguente aumento della pressione sui collaboratori. Il vincolo di risparmiare tempo li induce a lavorare in modo poco preciso e a commettere errori di distrazione. Tutto ciò naturalmente si esacerba quando si parla dei lavoratori non qualificati. Così all’improvviso l’impresa edile riceve un reclamo. Ecco perché corsi e seminari di formazione tecnica validi aiutano ad acquisire le competenze necessarie a evitare tali rischi. Quanto appreso viene infatti messo in pratica dai collaboratori per affrontare situazioni potenzialmente pericolose o problematiche.

Attrattiva

I corsi di formazione tecnica aumentano l’attrattiva dell’impresa come datore di lavoro

Secondo uno studio KPMG del 2017, il 37% dei collaboratori nel settore edile è costituito dai cosiddetti Millenials, cioè i nati tra il 1980 e il 1994. Cresciuti nell’era della digitalizzazione, chiedono al proprio datore di lavoro qualcosa in più del semplice salario. Considerano la formazione, lo sviluppo delle capacità e i settori di responsabilità personali come altrettanto importanti. Tuttavia anche i loro colleghi più anziani (circa il 40%) vorrebbero avere la possibilità di seguire seminari per rispolverare le vecchie competenze. L’essenziale per essi è che il lavoro quotidiano sia diversificato.

Non bisogna neanche trascurare il fatto che il rapporto tra datore di lavoro e lavoratore sia mutato: i nati prima del 1961 partivano dal presupposto che la loro carriera si sarebbe svolta in un’unica azienda che avrebbero potuto contribuire a plasmare. Chi è nato dopo il 1961 invece si identifica di più con la professione piuttosto che con l’azienda, e i Millenials lavorano „con“ le organizzazioni ma non „per“ esse. L’interesse nel perfezionamento delle proprie competenze parte quindi da un motivo personale. Corsi e seminari di formazione svolti regolarmente aiutano ad ampliare le competenze, ad assumersi nuovi compiti e ad approfondire le conoscenze esistenti. E tutto l’insieme aumenta la soddisfazione dei collaboratori.

Produttività

I corsi di formazione tecnica e i training per gli utenti aumentano la produttività

Un collaboratore fissa un tassello a espansione invece che con l’attrezzo di posa adeguato semplicemente con un martello e una chiave inglese. Questa operazione richiede molto tempo. A ciò si aggiunge il fatto che il tassello potrebbe non espandersi completamente e quindi non raggiungere la portata calcolata. Nel peggiore dei casi la struttura cede. Un altro esempio è quando per un’applicazione antifuoco un team di montaggio necessita di una schiuma presumibilmente corretta per aggirare un’integrazione a malta che richiede troppo tempo. Ma il prodotto non è adatto al tipo di applicazione. A questo punto i montatori devono di nuovo raschiare via la schiuma, riempire con malta la fessura e i tempi si restringono ulteriormente.

Questi lavori successivi lunghi e costosi possono essere evitati con corsi di formazione consolidati e regolari. Infatti chi lavora correttamente, lavora anche in modo efficiente: con gli utensili, gli attrezzi e i materiali giusti per svolgere il lavoro produttivamente.

Riduzione al minimo dei rischi

I corsi di formazione tecnica aiutano a minimizzare i rischi giuridici

Una pulizia del foro approfondita, il rispetto delle istruzioni di montaggio o la scelta di prodotti per la protezione antifuoco omologati consentono di aumentare la produttività e migliorano anche la sicurezza di utilizzo. Infatti chi accidentalmente o per mancanza di conoscenze non dà un’adeguata importanza a questi componenti elementari del processo di lavoro deve prendere in considerazione un possibile cedimento dei fissaggi o delle soluzioni di protezione antifuoco. E ciò può avere gravi ripercussioni per l’impresa edile responsabile. Corsi di formazione e seminari orientati alla pratica con conoscenze specialistiche e competenza creano i presupposti di base per evitare reclami e conseguenze a livello giuridico.

Formiamo montatori e installatori – in modo completo, competente, basandoci sulla nostra esperienza decennale.

I collaboratori di un’azienda sono l’emblema di un’attività, la loro prestazione è pubblicità per l’azienda.

I corsi di formazione per utilizzatori garantiscono la competenza specialistica e la possibilità di presentarsi con professionalità a committenti, periti e subappaltatori. Con istruttori certificati dalla lunga esperienza e competenza tecnica, Hilti propone un’ampia offerta di corsi di formazione per utenti che trasmettono conoscenze specifiche complete sia teoriche che pratiche. I partecipanti alla fine tornano a casa con un certificato che attesta le nuove conoscenze acquisite o aggiornate. I temi principali sono la protezione antifuoco sicura e le applicazioni di tasselli specifiche del settore. Ma istruttori esperti Hilti offrono anche seminari sul montaggio competente di collegamenti dei ferri di ripresa post-installati o sull’impiego efficiente dei sistemi di misurazione.


Potrebbe anche interessarvi: 

 

 

Sicurezza dal rubinetto

Protezione dell’acqua potabile con Hilti

… leggi di più

 

 

I nostri nuovi prodotti

… leggi di più