Inchiodatrice a gas GX 3

VELOCE COME UN TRENO

Chi si interessa all’applicazione di chiodi in serie probabilmente ha un grande progetto in mente: dalle opere interne alle ristrutturazioni, fino al rifacimento di edifici storici, l’inchiodatrice GX 3 potrà offrirgli un aiuto affidabile e intelligente.

Alcuni edifici a volte hanno una storia veramente movimentata. Nobili ville di città che si trasformano in ambulatori medici o che una volta ristrutturate vengono destinate alla conservazione di collezioni d’arte. Vecchie fabbriche del tardo Ottocento che oggi offrono spazio ad ariosi loft, atelier e bistrot.

Tali progetti ciclopici richiedono utensili versatili. Dai fabbricati in mattoni con uno spesso strato di intonaco e dalle strutture in acciaio del 19° secolo, fino alle facciate in calcestruzzo degli anni 50, quando negli interventi di trasformazione si devono fissare, per esempio, delle guide per pannelli in cartongesso o profilati durante il montaggio a parete, oppure inserire chiodi in serie in un sottofondo morbido o duro, è richiesto l’utilizzo di utensili e attrezzi speciali.

L’inchiodatrice a gas GX 3 consente di realizzare con praticità e sicurezza qualsiasi intervento su sottofondi morbidi o duri.

 

"Sono già trascorsi 800 anni, ma la storia della Wöllrieder Hof non è ancora finita"

Un bell’esempio in questo senso è offerto dal progetto del podere di Wöllried a Würzburg. Nel corso dei suoi quasi 800 anni di storia, questa corte è stata adibita tra le altre cose a prigione, lazzaretto e a metà del 18° secolo a podere progressista dove venivano testate nuove tecniche di coltivazione e piante commestibili, tra cui ad esempio, unica a quel tempo, la patata.

Oggi questo edificio risalente al 13° secolo è in corso di ristrutturazione e lo si sta trasformando in un centro dedicato al commercio creativo, all’agricoltura e alla gastronomia. In futuro, i 16 edifici dell’antico podere ospiteranno tra gli altri un calzolaio, un centro florovivaistico e una location eventi dove festeggiare matrimoni e compleanni. I lavori di ristrutturazione continuano a rivelare particolari sempre nuovi sulla storia di questa corte, come ad esempio il rinvenimento di una fossa di drenaggio in mattoni del 15° secolo durante la posa dei sampietrini del cortile.

La ristrutturazione degli edifici antichi richiede un rifacimento completo delle finiture interne. La difficoltà maggiore in questo caso consiste nel rendere utilizzabili le pareti incurvate in pietra naturale. Prima di tutto saranno quindi tagliate delle guide in metallo che dovranno sorreggere la sottostruttura delle pareti. “Un sogno, grazie alla sega circolare manuale per metallo di Hilti”, afferma Joachim Dinkel della ditta Dinkel Trockenbau. Al fissaggio nel sottofondo in pietra naturale ci penseranno ovviamente le inchiodatrici Hilti. “È fantastico!”, afferma Joachim Dinkel, “perchè le vibrazioni prodotte nel sottofondo sono molto inferiori rispetto a quelle di un intervento di perforazione”.  Un’ulteriore sfida è data dal pavimento. Nelle vecchie scuderie ad esempio il pavimento è stato livellato con un massetto in calcestruzzo. Anche in questo caso fissare a mano le piastre del pavimento sul calcestruzzo è stato facile con l’ausilio di un’inchiodatrice a gas.

L’opera di ristrutturazione non è ancora del tutto conclusa, ma con l’attrezzo giusto si potranno concludere i lavori senza problemi entro l’anniversario degli 800 anni della corte.

Apri dettagli

Maggiore capacità di inchiodatura, minore ricarica dei chiodi

  • Inserimento di fino a 1.200 chiodi con un propulsore a gas.
Apri dettagli

Forza di compressione ottimizzata

  • Maggiore durata dell’apparecchio.
Apri dettagli

Perfetto al freddo

  • Ottimizzato per basse temperature dell’ambiente.
  • Sensore di temperatura del propulsore a gas.
Apri dettagli

Lavori senza guasti

  • Ridotta percentuale di riparazioni.
  • Minori inceppamenti nel magazzino e di conseguenza minori danni all’apparecchio grazie al Nail Transport Control.
  • Hilti ON!Track

    Hilti ON!Track

    La trasparenza che aumenta l’efficienza.

    La soluzione completa per una gestione semplice e multimarca dei vostri mezzi di produzione.
    Maggiori informazioni: Hilti ON!Track

  • Formazione e consulenza Hilti

    Formazione e consulenza Hilti

    Hilti. Certificati. Competenti.

    • Per venire a conoscenza di contenuti tecnici e pratici
    • Soluzioni concrete che rispondono alle diverse esigenze applicative
    • Per acquisire sicurezza con l’utilizzo di prodotti tecnicamente complessi
    • Verifica della certificazione e formazione del personale specializzato di cantiere
  • Hilti Fleet Management

    Hilti Fleet Management

    Contare sugli apparecchi più moderni per ridurre i costi.
    Approfittate di un parco attrezzi su misura per le vostre esigenze con soluzioni sempre pronte all’uso e innovative.
    Maggiori informazioni: Hilti Fleet Management

Qui nulla resta incastrato

Un’inchiodatrice dovrebbe sempre funzionare senza problemi. Nella quotidianità invece il lavoro si presenta spesso in maniera diversa. I caricatori si bloccano, i chiodi non si infilano, le operazioni di lavoro vengono interrotte. Con l’inchiodatrice GX 3 è tutta un’altra storia: un sistema di controllo controlla che il processo di innesto sia completamente concluso prima che il chiodo successivo possa avanzare nella posizione prefissata. In questo modo si previene attivamente qualsiasi blocco del caricatore.

Niente paura del freddo

L’efficienza di un’inchiodatrice a gas si basa sulla capacità di saper generare la pressione giusta con la quantità di gas corretta per eseguire l’innesto. Questo rapporto è direttamente legato alla temperatura. Per questo motivo abbiamo ottimizzato la GX 3 con due sensori di temperatura: uno che misura la temperatura ambiente e l’altro che misura la temperatura della bombola a gas. In questo modo è possibile contare su una velocità superiore: tra 900 e 1200 chiodi con una sola carica di gas.

“L’inchiodatrice GX 3 dispone di una tecnologia unica nel suo genere. Si tratta dell’unico attrezzo sul mercato azionato esclusivamente a gas e che non richiede alcun tipo di manutenzione. La GX 3 ha portato questa tecnologia ad un nuovo livello”,

afferma Mario Grazioli, Head of Development Gas & Battery Technology

Fissaggio in serie senza pause di ricarica

Mentre le altre inchiodatrici a gas richiedono un ventilatore e una fonte energetica supplementare, la GX 3 viene attivata esclusivamente a gas e con un attivatore meccanico. Poiché il sistema GX 3 sfrutta una miscela di gas priva di olio, non è neanche necessario pulire l’attrezzo dopo averlo utilizzato.

Scarica le schede tecniche