Il nostro editoriale – Salute e sicurezza

COME EVITARE INFORTUNI E DANNI A LUNGO TERMINE

Solo chi ha familiarità con i pericoli acuti e a lungo termine del lavoro in cantiere può evitarli. Hilti offre quindi formazione sui prodotti e sulla sicurezza che tiene aggiornati Lei e i Suoi dipendenti con le ultime informazioni sulla sicurezza sul lavoro.

La primavera riporta la piena attività nei cantieri. In molte aziende edili di successo, i dipendenti iniziano adesso la parte più frenetica dell’anno con competenze aggiornate o completamente nuove. Hanno usato l’inverno per la formazione specializzata e sulla sicurezza. Ma la formazione è importante durante tutto l’anno.

Dopo la formazione, le imprese di costruzione traggono vantaggio non solo dall’esperienza approfondita e dal miglioramento della produttività dei propri dipendenti. In tempi di carenza di lavoratori qualificati, l’attrattiva dell’azienda come datore di lavoro è un altro elemento importante. E un’azienda che utilizza l’inverno per la formazione invece di licenziare o impiegare lavoratori a breve termine è un datore di lavoro più attraente – non ultimo perché i corsi di formazione professionale migliorano significativamente la sicurezza in cantiere. Dopotutto, i pericoli legati al lavoro con attrezzature pesanti nei cantieri possono essere devastanti.

 

Evitare i rischi sul luogo di lavoro è facile – se sai come

Molti dei pericoli legati al lavoro in cantiere sono evidenti. Torsioni al braccio se il trapano si blocca; pericolo di ferite se il freno a disco non arresta la taglierina abbastanza velocemente: questi sono i pericoli acuti di cui la maggior parte dei dipendenti delle imprese edili sono a conoscenza. Secondo la BG Bau oltre alle cadute, gli incidenti con i macchinari sono ancora la causa più comune di gravi infortuni in cantiere.

 

Tuttavia, una buona formazione sul prodotto e sulla sicurezza può eliminare molti potenziali rischi, perché una buona formazione di base sulla sicurezza non tratta solo tecnologie innovative, dispositivi di protezione e misure amministrative, ma anche argomenti meno ovvi, come la corretta conservazione degli strumenti e il riconoscimento dei dati di durata. Per esempio può essere evitata facilmente e in sicurezza la pericolosa rottura del disco.

Rischi silenti: vibrazioni, rumore e polvere

Altri rischi per la salute derivano dal lavoro a lungo termine in cantiere.
Un esempio sono le vibrazioni della macchina in combinazione con martelli, cacciaviti o smerigliatrici, che sollecitano le articolazioni dei lavoratori. Il risultato può essere un dolore cronico alle articolazioni fino all’artrite.

Ancora più pericolosa è la polvere che si accumula quotidianamente nei cantieri di tutto il mondo. Soprattutto quando si realizza un progetto di costruzione su un edificio esistente, oltre alle solite polveri minerali possono esserci particelle e polveri mescolate con funghi, batteri o sostanze chimiche. I danni a lungo termine possono variare dalla bronchite cronica all’asma fino ai tumori.

Anche il rumore costante che circonda i lavoratori nei cantieri non è privo di conseguenze. Secondo la BG Bau, le malattie più comuni nel settore delle costruzioni sono asbestosi e cancro, sordità indotta dal rumore e gravi malattie della pelle che si verificano attraverso il contatto con sostanze pericolose.

Una buona formazione e una tecnologia sofisticata vanno di pari passo

È quindi urgente proteggere i dipendenti da pericoli meno evidenti e silenti.
Hilti offre quindi il know-how necessario per ridurre al minimo i rischi e la tecnologia avanzata che, ad esempio, consente di lavorare con basse vibrazioni o senza polvere. Perché per essere produttivi bisogna essere in grado di lavorare in sicurezza. Ecco perché la sicurezza sul lavoro è un elemento chiave nello sviluppo dei nostri nuovi dispositivi. Molte innovative tecnologie antinfortunistiche e di sicurezza lo testimoniano. Ma l’attrezzatura migliore e più sicura è inutile in cantiere se non si conoscono le istruzioni operative o altre precauzioni di sicurezza quotidiane.

Per le imprese edili è quindi vantaggioso prenotare corsi di formazione sulla sicurezza sul lavoro presso l’azienda di cui si utilizzano le attrezzature: in tal modo la formazione può riferirsi in modo specifico alle applicazioni e ai dispositivi utilizzati ogni giorno dai dipendenti nella loro vita professionale.
Questo è anche il punto di vista di Alex Zarkovic, referente per la sicurezza sul lavoro di A. Baltensperger AG in Svizzera: “Dato che utilizziamo i prodotti Hilti, è anche importante avere corsi di formazione di Hilti.”

 

E anche se gli ordini traboccano al momento – il prossimo inverno arriverà presto. Quindi è il momento di dedicarsi nuovamente alla formazione.

“Hilti va oltre a tutto questo. Sostiene le persone con la sua presenza e riduce i loro compiti occupandosi della formazione e mantenendo aggiornati i materiali di formazione.”

Michael Hedinger, membro del consiglio di amministrazione e capo del progetto SHK, A. Baltensperger AG

Aspirazione della polvere: sicura e professionale

Oltre ai nostri corsi di formazione, anche i nostri prodotti vengono sempre sviluppati e ulteriormente migliorati tenendo a mente la sicurezza dei dipendenti. A maggio avremo due nuovi e interessanti prodotti per lavori con poca polvere:

Aspirazione della polvere senza ostacoli

Il nuovo sistema di aspirazione della polvere Hilti TE DRS-D per martelli combi consente un lavoro quasi senza polvere – a qualsiasi profondità di foratura. Per la sua realizzazione, ci siamo ispirati alla natura: il TE DRS-D si attacca al muro come un geco. La foratura viene eseguita attraverso un’apertura nel TE DRS-D. Ciò ha un vantaggio decisivo rispetto ai dispositivi di aspirazione collegati al trapano: la profondità del foro non ha importanza. Mentre i dispositivi di aspirazione ostacolano la penetrazione nel muro, il TE DRS-D non rappresenta un ostacolo per il dispositivo e il trapano.

Compatto compagno in cantiere

Il nuovo aspirapolvere a secco Hilti VC 5-A22 puramente a batteria assorbe fino a 3 litri di polvere ed è compatto, leggero ed estremamente aspirante. Ciò significa minimizzazione della polvere e flessibilità in cantiere. E con la sua forma adattata per essere indossata sulla tracolla, può essere trasportato proteggendo la schiena.

  • ON!Track

    ON!Track

    La trasparenza che aumenta l’efficienza.

    La soluzione completa per una gestione semplice e multimarca dei vostri mezzi di produzione.
    Maggiori informazioni: Hilti ON!Track

  • Tool Service

    Tool Service

    Veloce. Facile. Completo.
    Lasciatevi conquistare dal nostro servizio di assistenza attrezzi completo.
    Maggiori informazioni: Hilti Tool Service

  • Fleet Management

    Fleet Management

    Contare sugli apparecchi più moderni per ridurre i costi.
    Approfittate di un parco attrezzi su misura per le vostre esigenze con soluzioni sempre pronte all’uso e innovative.
    Maggiori informazioni: Hilti Fleet Management

LA FORMAZIONE DEVE ESSERE PRATICA

Stefan Gaub è consulente tecnico e formatore presso Hilti Schweiz AG. La richiesta di formazione in materia di sicurezza e competenza è enorme: negli ultimi 2 anni ha condotto più di 100 sessioni di formazione con clienti di tutti i settori dell’edilizia.

 

Signor Gaub, come si prepara per un corso di formazione dal cliente?

“Quando l’ufficio vendite ci comunica che un cliente ha prenotato un corso di formazione, entriamo immediatamente in contatto con l’azienda: chiediamo quali sono le priorità che desidera impostare, quali aree di applicazione sono rilevanti per i dipendenti. In questo modo, in ogni corso di formazione possiamo dare ascolto alle particolari esigenze del cliente. Spesso viene richiesta una formazione dopo che si è verificato un incidente in cantiere.”


Quali sono le cause comuni di tali incidenti?

“Principalmente si tratta del mancato rispetto dell’obbligo di indossare gli indumenti protettivi. Gli esseri umani sono generalmente inclini ad abbreviare. Un esempio: è venerdì pomeriggio e non mi resta che girare rapidamente il morsetto a un tubo: non ho intenzione di prendere alcun ponteggio, ci vuole troppo tempo, quindi mi limito a prendere una scala. Di solito va bene, ma in caso contrario le conseguenze sono più gravi rispetto, per esempio, in ufficio.”

Usa molti esempi dalla vita reale nei suoi corsi di formazione?

“Sì, certamente. Quasi tutti quelli che lavorano nel cantiere si sono feriti almeno una volta – anche io. Ho molti anni di esperienza pratica. E in media, quattro partecipanti su otto in ogni sessione di formazione hanno già avuto incidenti con attrezzature, come la torsione o la slogatura di un braccio o di un polso su un martello rotante. Sono frequenti anche le ferite agli occhi – una volta ho avuto un partecipante, al quale un chiodo aveva perforato gli occhiali di protezione arrivando agli occhi. Ma di solito anche le scintille sono un problema: le scintille si infilano negli occhi, piccoli frammenti di metallo si bruciano e i residui devono essere rimossi dall’oculista.”


Quali rischi sono sottovalutati?

“Solitamente, danni a lungo termine. Problemi alla schiena, perdita dell’udito, problemi polmonari. Ma il vero problema è la data di scadenza dei dischi da taglio. Molti non sanno che le lame si rompono con il tempo. È pur sempre un prodotto chimico. Quando chiedo di mostrarmi i dischi da taglio, ce n’è sempre uno che ha una decina d’anni. Quando mostriamo un video in cui a qualcuno esplode in faccia un disco scaduto, lo sgomento è grande.”


Si prepara individualmente per ogni corso di formazione, come garantisce la parte pratica?

“Siamo in grado di offrire la formazione dove il cliente la desidera: – in magazzino, in cantiere, negli stabilimenti aziendali. In cantiere possiamo utilizzare direttamente le applicazioni che servono per la formazione. Portiamo, ad esempio, una smerigliatrice angolare usata, che è completamente rovinata, praticamente rotta. Poiché il cavo è tagliato e riparato con del nastro e mancano delle parti, il dispositivo è inadeguato. Ma questo è esattamente il modo in cui i dispositivi arrivano da noi per la riparazione. E poi passo la macchina nelle mani dei partecipanti e chiedo: “Cosa c’è che non va? Come dovrebbe essere per garantire sicurezza sul lavoro?” È sorprendente che dispositivi così rotti siano normali per molti partecipanti. E questo è anche un punto in cui, ad esempio, trattiamo della gestione della flotta: perché quando il dispositivo fa parte della flotta, non arriva a tale stato, può essere sostituito in anticipo o riparato.”


Che cosa apprezzano i tirocinanti della nostra formazione Hilti?

“I primi minuti della formazione sono estremamente importanti. Lavoriamo in partnership con i nostri clienti, non imponiamo, ma diciamo: “L’ho sperimentato anche io. Anch’io mi sono tagliato, anche a me è arrivato qualcosa negli occhi”. È importante che i partecipanti alla formazione sappiano che veniamo anche noi dal campo. Di conseguenza, abbiamo l’opportunità di costruire un rapporto con il cliente completamente diverso, dopo la formazione si presenta spesso la possibilità di conversare con diversi dipendenti, da cui vengono sollevate ulteriori esigenze del cliente; queste informazioni aiutano i nostri colleghi dell’ufficio vendite a creare una più stretta cooperazione con i clienti e ciò è molto divertente.”

Fiera Bernexpo

Scoprite i nostri corsi di formazione su tutti gli aspetti della sicurezza sul lavoro presso “Bernexpo – Arbeissicherheit Schweiz”.

Dal 19 al 21.06.2018 vi aspettiamo nel padiglione 3.2, stand C20.

Non vediamo l’ora della vostra visita!

Foto: Friederike Tröndle / ArbeitsSicherheit Svizzera

Scarica l'aiuto alla selezione